Educazione finanziaria: prendiamo spunto dai più virtuosi

Spesso sentiamo parlare di educazione finanziaria, e di come il nostro Paese sia molto arretrato in termini di cultura finanziaria media della sua popolazione. Come recita il Report 2018 elaborato da Consob (clicca qui per scaricarlo in formato Pdf) “la cultura finanziaria delle famiglie italiane rimane contenuta: in media, un intervistato su due non è in grado di definire correttamente nozioni finanziarie di base; il dato scende a meno di uno su cinque nel caso di concetti avanzati. Tra gli strumenti più conosciuti si annoverano i titoli di Stato (indicati dal 54% degli intervistati), l’attitudine a gestire le risorse familiari nell’ambito di un processo strutturato di pianificazione e controllo (cosiddetto financial control) è ancora poco diffusa”.

Partendo da queste basi e riconoscendo che c’è ancora tanto lavoro da fare, oggi voglio mostrarvi un paio di esempi virtuosi di modalità intelligenti per veicolare in maniera semplice e anche divertente cultura finanziaria. Per far questo usciremo dai confini nazionali e ci recheremo in Danimarca ed in Australia: prendiamo spunto dai più virtuosi.

Ernit, il maialino virtuale danese

Oggi, in un mondo sempre più digital, nei Paesi più avanzati, la moneta è sempre più digital, sempre meno tangibile e reale, e questo contribuisce ad alimentare il rischio che le nuove generazioni non ne percepiscano il reale valore; non percepiscano che dietro alla moneta digitale vi è spesso lavoro, tempo, fatica e pazienza.

Chi di noi da bambino non ha avuto un salvadanaio, spesso a forma di maialino, dove inserire le monetine guadagnate o risparmiate? Spesso, per sapere se avevamo risparmiato abbastanza, era necessario rompere il maialino e scoprire quante monete vi erano al suo interno.

La moneta digitale

In Danimarca vi è un grande uso di moneta digitale, al punto che si trova all’undicesimo posto della classifica, redatta da Citigroup, dei Paesi che adottano maggiormente la moneta digitale. Sebbene in questa classifica l’Italia è soltanto al 36mo posto, è innegabile che i nostri bambini e ragazzi hanno sempre meno a che fare con la moneta reale e sempre più a che fare con moneta digitale. Basti pensare al modo in cui vengono acquistate le app, la musica, i film, agli acquisti online etc. Sempre meno acquisti passano da un esborso di banconote o monete reali.

Ecco che allora in Danimarca hanno inventato Ernit, il maialino virtuale, per educare i bambini ed i ragazzi a comprendere, divertendosi, il valore dei soldi e l’impegno necessario per guadagnarli. Si tratta di una app scaricata sia dai genitori che (se sono abbastanza grandi) anche dai figli e di un maialino elettronico. I figli inseriscono nella app i loro desideri (un pallone nuovo, un videogioco nuovo etc.); contestualmente i genitori inseriscono nella app i compiti che i figli devono portare a termine e la paghetta per ciascun compito. Ogni qualvolta il figlio porta a termine il suo compito i genitori danno il premio.

Il maialino elettronico o la app segnaleranno ai bambini o ragazzi quando l’obiettivo è stato raggiunto. Anche nonni, zii o altri parenti possono partecipare. L’app è totalmente gratuita e può essere scaricata anche da noi italiani (in lingua inglese). Qui di seguito il video che illustra come funziona Ernit (video in lingua inglese ma molto intuitivo).

Spostiamo adesso in Australia

Il secondo esempio virtuoso di educazione finanziaria lo troviamo in Australia; all’interno del sito del governo australiano è infatti possibile visitare Moneysmart (clicca qui per visitare il sito). Si tratta di un portale dedicato al mondo della finanza. Nell’area dedicata al mondo degli investimenti (clicca qui per accedere) si trovano tantissimi contenuti, con video e documenti per aiutare gli investitori a dipanarsi nel mondo complesso degli investimenti e del risparmio.

Il Financial Advice Toolkit

L’area che voglio approfondire con voi si trova all’interno dell’area dedicata agli investimenti e prende il nome di Financial Advice Toolkit, un processo che guida passo passo l’aspirante investitore in tutti i passaggi fondamentali per fare delle idonee scelte di investimento.

Financial Advice Toolkit, fonte https://www.moneysmart.gov.au/investing/financial-advice/financial-advice-toolkit

Tutto online, tutto gratis

Si parte dall’individuazione degli obiettivi, suddivisi tra breve, medio e lungo termine; si continua con i suggerimenti per la scelta del consulente finanziario; continuando troviamo i suggerimenti per prepararsi al meglio ad incontrare il consulente finanziario (ma ci rendiamo conto?!?); per aiutarti nel preparare l’incontro, sul sito si raccomanda di fare il punto sulle tue entrate e uscite e per farlo ti viene messo a disposizione uno strumento online, molto completo e del tutto gratuito, per creare il tuo bilancio familiare. Si chiama budget planner e puoi cliccare qui per usufruirne.

Budget planner – fonte https://www.moneysmart.gov.au

Andando ancora avanti nel procedo troviamo la sezione dedicata all’incontro con il consulente finanziario, dove l’aspirante investitore scopre che al primo incontro il consulente finanziario si deve concentrare principalmente sull’individuazione degli obiettivi e dei bisogni e che questo processo può anche avere bisogno di ulteriori appuntamenti. Soltanto quando questo processo di analisi dei bisogni e degli obiettivi è terminato il consulente potrà procedere con le proposte.

Il Financial Advice Toolkit (clicca qui per visitare la pagina) prosegue con l’analisi della documentazione che l’investitore riceverà dal consulente e infine con le raccomandazioni per un monitoraggio ottimale degli investimenti sottoscritti.

Non è sexy, ma non è difficile

A mio avviso la scarsa cultura finanziaria degli italiani non è frutto di ignoranza, ma di scarsa curiosità. Se solo dedicassimo al mondo del risparmio e investimento la metà dell’attenzione che alcuni di noi dedicano alla carrozzeria della macchina, alla cura del giardino, alla cura del corpo o alla propria squadra del cuore ci ritroveremmo molto più in alto nella classifica.

Il mondo finanziario certamente non è sexy, come dicono gli americani, ma riguarda la parte più importante della nostra vita, dopo la salute e gli affetti. App per smartphone e tablet o siti internet che permettono di avvicinarsi a questo mondo in maniera semplice e divertente credo siano un grande aiuto per acquisire una maggiore consapevolezza finanziaria, che è alla base del successo dei nostri investimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.